La Baia di Hudson - La città di Churchill e i dintorni


La cittadina di Churchill nello stato del Manitoba è il più importante porto artico del Canada creato nella baia di Hudson alla foce del Churchill River, un fiume lungo 1500 km che viene dalle Montagne Rocciose. Churchill, che conta una popolazione permanente inferiore a 1000 abitanti, è considerata oggi la capitale mondiale degli orsi polari perché ogni autunno gli orsi, dispersi nel territorio durante l'estate, ai primi freddi migrano verso nord concentrandosi nell'area in attesa che geli l'acqua dolce nel fiume e sulla foce e poi sulla baia. Allora gli orsi si trasferiscono in inverno sul pack per la caccia alle foche. 
Churchill non ha collegamenti stradali con altre città del Canada ma solo un collegamento ferroviario che l'ha raggiunta nel 1929 e la collega fino a Winnepeg, capitale dello stato. Churchill è stata fondata nel 1771 dagli Inglesi e ha preso il nome del suo primo governatore, divenne poi una delle basi commerciali della Compagnia della Baia di Hudson che dal 1670 aveva l'esclusiva del traffico delle pellicce e vi fu costruito il forte Prince of Wales.
Durante la 2° Guerra Mondiale vi fu costruita una base aerea americana per i collegamenti con l'Europa e in seguito, con la guerra fredda, la base fu gestita insieme dal Canada e dagli USA. Fu smantellata nel 1980 per i suoi costi elevati. Anche la NASA vi aveva installato un centro di tracking dei satelliti che è stato pure abbandonato.
Oggi tutta la zona è area protetta e gli abitanti sono impegnati nel controllo del territorio e nell'ecoturismo che porta qui migliaia di visitatori ogni anno, non solo in autunno-inverno per vedere gli orsi, ma anche nelle altre stagioni per altri animali, dagli uccelli di passo, alle balene beluga, che entrano nel Churchill River (luglio-agosto), e alle foche.


VISITA DELLA CITTÀ

All'arrivo nell'aeroporto di Churchill, la sera del 16 ottobre 2004, provenienti da Winnipeg, si è prelevati dall'organizzazione turistica che provvede al trasferimento al Lazy Bear Lodge, un piccolo albergo costruito interamente in legno, rustico ma comodo.

LAZY BEAR LODGE

A sinistra, la sala ristorante. 
A destra, una pelle d'orso alla parete.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


  Il giorno dopo, 17 ottobre, è dedicato alla visita della cittadina. Il Kelsey Boulevard è l'unica strada principale lungo la quale si trovano da ambo i lati edifici in muratura e legno.

CHURCHILL - KELSEY BOULEVARD

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


CHURCHILL - INGRESSO ALL'ABITATO

A sinistra, il monumento di pietre detto Inukshuk. 
A destra, il Monumento all'Orso polare.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


Nell'area centrale vi sono affiancati i due edifici più importanti, la chiesa cattolica dei santi Martiri e il Museo degli Eschimo che ha, davanti, un altro Inukshuk.

CHURCHILL - CENTRO

A sinistra, la chiesa cattolica. 
A destra, il Museo degli Eschimo.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


  La parte più antica si trova in una penisola fra il Churchill River e la Baia di Hudson con le installazioni del porto e il terminale ferroviario. C'è anche l'antica chiesa anglicana di S. Paolo, prefabbricata in Inghilterra e trasportata qui nel 1892.

CHURCHILL - IL QUARTIERE DEL PORTO

A sinistra, l'area del porto. 
A destra, la chiesa anglicana del 1892.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


  La spiaggia della baia ha un aspetto desolato fra le rocce affioranti e una magra vegetazione coperta di neve con cartelli di "Pericolo Orsi". Le rocce che affiorano fanno parte dello scudo canadese, sono di origine sedimentaria e rimontano a due miliardi di anni fa. C'è anche una trappola per catturare gli orsi che, una volta catturati sono tenuti prigionieri e quindi trasportati con l'elicottero fra i ghiacci.

SULLE RIVE DELLA BAIA DI HUDSON

A sinistra, antiche rocce dello scudo canadese. 
A destra, una trappola per orsi dove, attratti da un'esca, attivano la chiusura.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


  L'edificio e gli impianti portuali sono stati costruiti fra il 1927 e il 1930.

IMPIANTI PORTUALI

A sinistra, il terminale del porto con la ferrovia.
A destra, il molo.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


Nei dintorni vi sono zone alberate con rade foreste di conifere e si alterna la taiga con la tundra; il vento gelato orienta i rami degli alberi da nord a sud.

TAIGA E TUNDRA

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire


In periferia c'è il relitto di un C46 finito fra le rocce mentre tentava l'atterraggio nel 1979; per fortuna non ci sono state vittime. Il relitto è stato battezzato Miss Piggy dai locali e spogliato di tutti gli accessori.

clicca per ingrandire

Relitto di un C46.


Indice |Info | Stampa | Permalink