Tanzania - Parco Nazionale di Mikumi


Il mattino del 3 agosto si lascia l'Hotel Kilimanjaro e Dar es Salaam per il trasferimento in auto al Parco Nazionale di Mikumi. Questo è il parco più vicino a Dar es Salaam, distante 288 km in direzione sud-ovest, nella regione di Morogoro. 

clicca per ingrandire

Ingresso al Parco Mikumi.

 

  Vi si arriva prendendo la strada nazionale per Iringa, una strada asfaltata ma in cattivo stato e il viaggio dura più di 4 ore. Il parco copre un'area di 3230 kmq e, per grandezza, è il quarto della Tanzania. Confina a sud con il Selous Game Reserve di 55000 kmq, la più grande area destinata alla conservazione delle specie animali in Tanzania, che supera il totale di tutti gli altri parchi nazionali, ma non è facile organizzarvi le visite. Il parco Mikumi prende il nome del villaggio che si trova vicino al suo confine ovest, sulla strada per Iringa. Il parco comprende la vasta pianura alluvionale del Mkata River fra due catene di rilievi. La parte pianeggiante si trova a una quota di 550, mentre i rilievi arrivano a 1000 m. Tutte le savane dell'area centro meridionale della Tanzania sono infestate dalla mosca tse-tse che provoca la malattia del sonno (tripanosomiasi), ma gli animali selvatici hanno acquisito una certa immunità. Secondo una stima approssimata del 1986, nel parco vi sono 12500 gnu, 12000 bufali, 3000 zebre, 2000 elefanti, 1500 impala e 1000 facoceri. 
  Si rimane due notti nel parco dormendo nel lodge destinato ai visitatori. Nel pomeriggio si fa la prima uscita di safari fotografico con la guida del parco, altre due il giorno dopo, mattina e pomeriggio, e una quarta la mattina del 5 agosto prima di ripartire per Dar es Salaam. Per ogni uscita si presenta una selezione di foto. 
  Nel pomeriggio del 3 agosto si fa il primo attraversamento della pianura alluvionale ai piedi dei rilievi. Siamo nella stagione secca, l'erba è bassa, gli alberi radi, in massima parte acacie preferite dalle giraffe, e il paesaggio è monotono. Gli animali più diffusi sono gli gnu, le grandi antilopi dalla testa bovina e abbondante criniera dorsale e ventrale con la coda rivestita da lunghi crini. Sempre vivaci, sono corridori veloci e saltatori, imprevedibili nel cambiare direzione. Il nome imita il loro caratteristico grido. 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - PRIMA USCITA (POMERIGGIO)

A sinistra, panorama della savana. 
A destra, gruppo di gnu.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  S'incontrano zebre, qualche elefante e giraffe. Le zebre appartengono alla famiglia degli Equidi e si caratterizzano per le striature del mantello nere o marrone su fondo bianco. L'elefante in Africa è solo della specie Loxodonta africana ed è il più grande mammifero terrestre vivente. Un maschio adulto è alto 3 metri al garrese, ha 7 m di lunghezza e 6 tonnellate di peso; è un animale longevo e può raggiungere i 75 anni. La giraffa è la più alta degli animali terrestri e può superare i 5 m di altezza e il peso di una tonnellata. Le giraffe hanno un mantello a chiazze marrone, dal chiaro allo scuro, sempre diverso. Il loro nome scientifico è Giraffa camelopardalis.

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - PRIMA USCITA (POMERIGGIO)

A sinistra, zebre. 
A destra, un elefante.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - PRIMA USCITA (POMERIGGIO)

Due giraffe.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  Un animale meno comune è il licaone, della categoria dei predatori. Si tratta del cane cacciatore africano (Lycaon pictus) grande come una iena, testa grossa e orecchie grandi e arrotondate, un mantello variamente colorato a chiazze e una coda quasi tutta bianca ben visibile di notte. Vivono e cacciano in branco con strategie efficienti. 

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - PRIMA USCITA (POMERIGGIO)

A sinistra, un licaone in piena luce. 
A destra, due licaoni in atteggiamento vigile.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  La seconda uscita è il mattino del 4 agosto, si rivedono branchi di gnu e s'incontrano un gruppo di zebre e due facocheri, una sottofamiglia dei cinghiali dalla testa grande e schiacciata e i canini superiori esterni e rivolti verso l'alto. Vivono in piccoli gruppi di famiglie, sono buoni corridori e scavano con destrezza profonde tane, dove nascondono i piccoli. 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - SECONDA USCITA (MATTINA)

Branchi di gnu.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - SECONDA USCITA (MATTINA)

A sinistra, un gruppo di zebre.
A destra, due facocheri.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  Più avanti si ha modo di osservare da vicino il marabù africano (Leptoptilos crumeniferus), un grosso uccello trampoliere della famiglia dei Ciconiidae, alto fino a 1,5 m e pesante da 5 a 9 kg. Con la sua apertura alare di circa 3 m, è uno dei più grandi uccelli terrestri. Goffo e sgraziato, quando cammina, è elegante in volo e nella planata. Ha un grosso becco conico e, da adulto alla base, una grossa sacca, dove raccoglie il cibo. Vive di carogne e dei rifiuti delle discariche, in ambienti aridi o paludosi. 

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - SECONDA USCITA (MATTINA)

A sinistra, due marabù africani.
A destra, un marabù giovane isolato.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  Nella terza uscita, il pomeriggio del 4 agosto, si va a ovest alla ricerca di elefanti. 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - TERZA USCITA (POMERIGGIO)

Due elefanti isolati.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - TERZA USCITA (POMERIGGIO)

A sinistra, una coppia di elefanti.
A destra, un elefante isolato.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  S'incontrano poi zebre a gruppi e isolate e uno gnu in corsa. 

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - TERZA USCITA (POMERIGGIO)

Due gruppi di zebre.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - TERZA USCITA (POMERIGGIO)

A sinistra, una zebra isolata.
A destra, uno gnu in corsa.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  Il mattino del 5 agosto, ultimo giorno, si fa la quarta uscita verso ovest e si trova una mandria di bufali. I bufali africani sono di pelo nero, della specie Syncerus caffer, sono animali di grandi dimensioni e molto aggressivi, hanno due enormi corna ricurve che si ricongiungono sul capo e costituiscono un'arma pericolosa anche per un leone. Si vedono anche due giraffe e un gruppo di antilopi della specie più comune detta impala. Si giunge infine allo stagno Chamgore, derivazione del fiume Mkada, ora in secca. Questo è, a sera, il luogo di riunione degli animali per dissetarsi. 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - QUARTA USCITA (MATTINA)

A sinistra, una mandria di bufali.
A destra, un bufalo isolato.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - QUARTA USCITA (MATTINA)

Due giraffe.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

PARCO NAZIONALE MIKUMI - QUARTA USCITA (MATTINA)

A sinistra, un gruppo di antilopi impala. 
A destra, lo stagno Chamgore.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

  Conclusa la visita al Parco, dopo il pranzo si parte per Dar es Salaam che si raggiunge in circa 4 ore e si torna all'Hotel Kilimanjaro, dove si pernotterà. Sono rimaste ancora diverse ore di giorno che si sfruttano per dare ancora un ultimo sguardo alla città perché domani si partirà per Zanzibar.


Indice |Info | Stampa | Permalink