Turchia - Nemrut Dagi nell'Anatolia Orientale


A est della Cappadocia, nella regione montuosa di Commagene fra il Tauro e l'Eufrate, si trova Nemrut Dagi (il Monte Divino) alto 2260 m la cui cima, un enorme cumulo di pietrisco, alto 50 m, dovrebbe ancora contenere la tomba di Antioco I Commagene, figlio di Mitridate I, che regnò dal 62 al 32 a.C. e qui costruì un grande tempio per farne il suo mausoleo. Antioco si considerava discendente da Dario I, per parte di padre, e da Alessandro Magno, per parte di madre, e il tempio era dedicato agli dei greci e persiani che egli riteneva suoi protettori. Del tempio sono rimaste due terrazze ben conservate; in quella orientale (figura) rimane una serie di statue, alte in origine da 8 a 9 m, di personaggi seduti le cui teste si trovano sparse ai piedi del tempio. 

NEMRUT DAGI - TOMBA DI ANTIOCO I COMMAGENE

Clicca per ingrandire
  Da sinistra, la prima statua è di Antioco che era preceduta da un leone e un'aquila, poi in successione, la Fortuna (Tyche), Zeus, Apollo-Mitra e Herakles, seguito da un'aquila e un leone.

 

TERRAZZA ORIENTALE - TESTE DI ZEUS E DI APOLLO-MITRA

Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire


  Del tempio, che si trova nella terrazza occidentale, sono rimasti solo molti bassorilievi e teste di statue. 

TERRAZZA OCCIDENTALE: BASSORILIEVI.

Clicca per ingrandire
  I bassorilievi rappresentano tutti il re Antioco mentre stringe le mani alle divinità che qui sono Zeus, Apollo-Mitra e Herakles.

 

TERRAZZA OCCIDENTALE - TESTE DI HERAKLES E DI TYCHE (FORTUNA)

Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire

 

TERRAZZA OCCIDENTALE: TESTA DI AQUILA E DI ANTIOCO I.

Clicca per ingrandire
  Il tempio di Antioco era conosciuto solo ai pastori del luogo fino al 1881, quando fu scoperto dall'ingegnere tedesco Karl Sester; una prima spedizione archeologica si ebbe nel 1883, ma gli scavi sistematici sono avvenuti dopo la seconda guerra mondiale.
 

Indice |Info | Stampa | Permalink