Turchia - Riviera Mediterranea: Il Viaggio


All'aeroporto di Antalya, la sera del 26 marzo 2006, s'incontra la guida con auto privata fornita dall'Agenzia locale con il compito di condurmi lungo l'itinerario stabilito e sarà anche la fonte di buona parte delle informazioni riportate nel seguito della descrizione. Si raggiunge l'albergo nei pressi di Side, a circa 60 km dall'aeroporto, dove si pernotterà nelle prime 4 notti, incluso il giorno 29, dedicato all'osservazione dell'eclisse.
L’itinerario del viaggio segue la costa mediterranea della Turchia dominata dalla catena del Tauro una regione, detta la Riviera della Turchia, ricca di bellezze naturali e di siti storici importanti dall’epoca greca a quella bizantina e musulmana, divenuta negli ultimi decenni un paradiso del turismo internazionale per il suo clima favorevole e lo sviluppo delle strutture ricettive. Il viaggio inizia a ovest del golfo di Antalya nei dintorni di Demre, una regione, dove nel V secolo a.C. si trovava il regno di Licia. Ci si ferma poi a visitare Antalya e i suoi dintorni nel golfo per ammirare i numerosi centri storici della Panfilia fra cui Perge, Aspendos e Side. Seguendo la costa verso est, si arriva ad Alanya con la sua imponente fortezza di epoca selgiuchide del XIII secolo, e si scende fino ad Anamur, il punto più meridionale dell’Anatolia con un castello del periodo delle crociate. La costa diventa scoscesa e frastagliata fino a Silifke e all’interno si raggiungono i resti ellenistici romani di Olba. Lungo la costa s'incontrano ancora castelli e strane formazioni geologiche fino a entrare in Cilicia passando per Mersin, il più importante porto turco del Mediterraneo e si arriva a Tarso, luogo di nascita di S. Paolo. Adana è capoluogo della Cilicia e quarta città della Turchia, ha una grandiosa moschea di recente costruzione, seconda per dimensioni solo a quella di Istanbul. Ci si ferma infine ad Antakya, l’antica Antiochia, bagnata dall’Oronte e vicina al confine siriano, e si visita il suo splendido museo con la raccolta di mosaici romani e reperti ittiti. Ultima tappa è Gaziantep, più a nord, antico centro hittita, poi romano, bizantino e selgiuchide, dove passava la via della seta. Il viaggio finisce all’aeroporto di Gaziantep. 


Indice |Info | Stampa | Permalink